Teatro: Terra sconfinata

Terra sconfinata

Tragicommedia in cinque atti.
Array
Pp.
188
Uscita: 05-12-2019

ISBN: 978-88-3364-104-1

Collana: Teatro -

Numero della Collana
9

15,00 €

PDFStampaEmail

In questa pièce, pubblicata e rappresentata per la prima volta nel 1911 e considerata da Hofmannsthal una delle sue opere migliori, troviamo tutti i più forti temi schnitzleriani: pulsione erotica, desiderio di morte, ansia di dominio sull'altro, ambiguità, isolamento e solitudine. I suoi dialoghi, costruiti in bilico tra verità e menzogna, sono capolavori di analisi psicologica in cui, come agguati continuamente tesi all'altro, serpeggia una costante sensazione di pericolo che è un po' il leitmotiv dell'intera vicenda: essa infatti si apre con un funerale e termina con un inaspettato omicidio, in entrambi i quali è coinvolto il protagonista, il ricco industriale Friedrich Hofreiter. A fianco a lui e legata da un matrimonio che è puro contratto convenzionale, senza un legame profondo né obbligo di fedeltà, la consorte Genia. Attorno alla coppia, che è il perno della storia, ruota un folto gruppo di amici e conoscenti che con loro intrecciano sentimenti d'amore, desiderio, gelosia, sete di rivalsa e ansia di distruzione. Personaggi che si muovono nella medesima prospettiva tra specchio e paravento che troviamo nelle vicende del fortunatissimo Girotondo e che incarnano perfettamente la tragicommedia dell'esistenza moderna sganciata dai valori della tradizione, attenta ai propri istinti e falsità e minacciata dal trascorrere del tempo, come afferma Genia in una battuta emblematica: "Si scivola, si continua a scivolare in avanti senza sapere dove si va".